Da mercoledì si torna a volare sul Garda Trentino con il 1° Mondiale GC32

  • fraglia-training-cover

Anche Ruggero Tita tra i GC32 a Riva del Garda. L'atleta trentino probabilmente salirà a bordo di Realteam per una sessione speciale di velocità, mentre in questi giorni si sta allenando sul Garda Trentino con la Federazione Italiana Vela e il team italiano del Nacra olimpico foil

Le flotte del GC32 Racing Tour e delle Extreme Sailing Series si daranno battaglia nelle prime prove del Campionato iridato riconosciuto da World Sailing, dal 23 al 27 maggio a Riva del Garda, località in cui ci sono le condizioni ideali per raggiungere velocità di punta vicine ai 30 nodi. 

Ultimi dettagli in Fraglia Vela Riva e mercoledì - proprio in concomitanza con la partenza da Riva del Garda del Giro d’Italia in bicicletta - si inizierà con la “practice race” del 1° Campionato del mondo GC32, la classe monotipo dei catamarani foil, scelta da molti armatori/timonieri che amano velocità e tecnologia. Seguirà nel tardo pomeriggio la conferenza stampa che riunirà tutti gli skippers dei Team iscritti, con nomi che raccontano storie olimpiche, di Coppa America e di Giri del Mondo. Intanto da oltre una settimana sono iniziati ad arrivare nel piazzale antistante la Fraglia Vela Riva i container al cui interno vengono sistemati e poi spostati di tappa i tappa i catamarani hydrofoil che per il terzo anno sono pronti a dare spettacolo sul Garda Trentino.

Dal punto di vista organizzativo grande attenzione verso la sicurezza con il coinvolgimento di 10 moto d’acqua della Polizia di Stato coordinate dalla squadra nautica del Commissariato di Riva, che sorveglieranno l’area di regata, bloccando eventuali mezzi intercettati sulla direzione del campo di gara; sarà così possibile garantire ai catamarani di regatare in tutta tranquillità e sicurezza in uno spazio acqueo libero da impedimenti. Naturalmente presente anche la Croce Rossa con i mezzi speciali in acqua e a terra.

La Fraglia Vela Riva sta definendo tutto l’evento nei dettagli in stretto contatto con la classe GC32 per dare vita da mercoledì 23 maggio al grande spettacolo, che viene esaltato anche dal valore dei partecipanti, che sono tra i nomi più conosciuti della vela internazionale con team provenienti da Francia, Regno Unito, Austria, Svizzera, USA, Oman, Messico, Australia e Nuova Zelanda. A bordo un mix di velisti professionisti e owner-driver. Tra questi spicca Glenn Ashby, su Team Tilt, che-nel ruolo di skipper- ha portato alla vittoria Emirates Team New Zealand nell'ultima America’s Cup. Oppure Chris Draper che fu al timone di Luna Rossa AC72 a San Francisco oltre che bronzo nel 49er ad Atene 2004 e ora guida il il Red Bull Sailing Team di Roman Hagara (due ori olimpici nel Tornado a Sydney e Atene) e Hans Peter Steinacher (prodiere di Hagara alle stesse Olimpiadi vinte). A bordo tanti altri velisti che hanno regatato in Coppa America, se non come skipper, come membri d’equipaggio. Fra i più noti certamente Ernesto Bertarelli che a bordo del suo Alinghi si aggiudicò il Trofeo nel 2003, riportandolo in Europa per la prima volta dal 1851 dove lo difese con successo nel 2007. Sebbene quest'ultimo evento fu disputato su monoscafi, Ernesto Bertarelli ha più di 25 anni di esperienza al timone di multiscafi sul Lago di Ginevra, dove ha vinto diverse edizioni dell'evento top della vela elvetica, il Bol d’Or Mirabaud. Bertarelli timonerà il suo GC32 a Riva accompagnato dal suo equipaggio, fra cui Arnaud Psarofaghis, uno dei più dotati velisti su barche foiling della sua generazione. Torna a Riva anche Franck Cammas, navigatore oceanico, nonchè vincitore di un Giro del Mondo, con la partecipazione all'America’s Cup di Bermuda per il Team France; Cammas nel 2016 vinse sia la tappa di apertura di Riva, che l’intero circuito della stagione. 

Nel primo giorno di regate ci sarà anche Ruggero Tita, olimpico azzurro sul 49er a Rio e attualmente uno dei più forti equipaggi (con a prua Caterina Banti) sul nuovo catamarano misto olimpico foil Nacra. Tita, che gareggia per le Fiamme Gialle, e in questi giorni è impegnato con la Federazione Italiana Vela in un raduno  a Torbole con l’allenatore Gabriele Bruni e gli altri equipaggi convocati Bissaro-Frascari e  Bressani- Zorzi, sarà nel primo giorno di regate tra i regatanti GC32. Tita, che dopo aver vinto il bronzo al mondiale Nacra 2017, ha stravinto le prime due Coppe del Mondo di quest’anno disputate rispettivamente a Palma de Maiorca e Hyeres e lo scorso marzo è stato incoronato velista dell’Anno FIV, giovedì 24 maggio affiancherà una troupe televisiva che seguirà il Mondiale GC32, ma potrebbe anche salire a bordo del GC32 Realteam, nella prova di velocità. Certo sarà interessante provare le differenze tra il piccolo Nacra olimpico e il GC32, ma per Tita quasi sicuramente sarà feeling al primo decollo!

News pubblicata il 21 Maggio 2018