Storia, teatro e navigazione: la Fraglia Vela Riva dona Optimist alla scuola materna Lago Blu

Data
Ven, 03/11/2017

La storia della navigazione locale tra le scuole materne con il contributo anche del nostro circolo. La Fraglia Vela Riva infatti è sempre più nel mondo della scuola e dei bambini: donato un Optimist alla scuola materna "Lago Blu" per la scenografia e lo spettacolo teatrale "Il Gattamelata"

L'impegno della Fraglia prosegue anche tra i banchi di scuola, non solo di medie e superiori con il progetto "vela-Scuola", ma anche tra quelli della scuola materna. In occasione dell'iniziativa «Capanne d'aria. Storie di gente, territorio, ambiente», ciclo di spettacoli teatrali interattivi svolti nelle scuole d'infanzia di Riva del Garda e messi in scena dal duo composto da Marialuisa Crosina e dall'attore comico Nicola Sordo, la scuola materna Lago Blu del rione Degasperi ha potuto allestire una scenografia che comprendeva una vera imbarcazione, l'Optimist donato dalla Fraglia Vela Riva.

Lo spettacolo racconta ai bambini, in modo divertente e interattivo (loro stessi sono chiamati a partecipare alla rappresentazione) la celebre impresa realizzata tra il dicembre 1438 e l'aprile 1439 dalla Repubblica di Venezia (nota appunto come «galeas per montes»), la quale, al comando di Erasmo da Narni, il celeberrimo Gattamelata, trasportò navi, galee e fregate dal mar Adriatico al lago di Garda, risalendo il fiume Adige fino a Rovereto e trasportando le navi via terra a Torbole, sulle rive settentrionali del lago, per un percorso di circa 20 chilometri tra le montagne, passando per il lago di Loppio. Un modo innovativo per avvicinare i più piccoli alla storia locale e alle loro radici.

I bambini del Lago Blu assieme alle loro maestre si sono preparati all'appuntamento allestendo un'accurata scenografia: ottenuta in dono dalla Fraglia Vela una Optimist, piccola imbarcazione adatta ai ragazzi e quindi molto utilizzata per l'insegnamento della vela, l'hanno completamente ridipinta e hanno decorato la vela, progettando anche lo stemma della loro scuola materna in stile marinaresco. Alla rappresentazione ha assistito anche Giancarlo Mirandola, presidente della Fraglia Vela, che le maestre hanno ringraziato per la pronta disponibilità e per l'entusiasmo con cui il circolo nautico cittadino ha risposto alla richiesta di avere un'imbarcazione.

Prossimamente altre tre scuole d'infanzia (Rione Due Giugno, Varone e Sant'Alessasndro) parteciperanno all'iniziativa, il nuovo progetto del Comune di Riva del Garda che riprende peculiarità di contesti storici legati al periodo del preventorio, quali l'idea di laboratorio progressista di rinnovamento politico e culturale situato ai confini dell'Impero, la ricerca di una vita migliore, il benessere inteso nella sua dimensione psico-fisica, che va oltre il concetto di guarigione dalla malattia, i cui tratti traslati nell'attuale situazione sociale e economica anche locale, hanno ancora una valenza di attualità, di conoscenza e di valorizzazione dell'ambiente, vissuto come bene comune da cui prende forza il senso di identità e di appartenenza, e il rinsaldarsi delle relazioni familiari e sociali. Questo nella prospettiva generale di valorizzare la sussidiarietà, quindi con il coinvolgimento diretto di numerosi soggetti del territorio.