Loh Jia Yi of Singapore has dominated

Date
Thu, 25/07/2013

Riva del Garda, Italy - Yesterday saw the conclusion of the 51st Optimist World Championships, held at Fraglia Vela Riva with 58 nations present and 259 sailors aged between 11 and 15 years.

Loh Jia Yi of Singapore has dominated from the start of the regatta, ahead of German Nils Sternbeck, the only skipper who managed to challenge the Singaporean team. Loh Jia Yi has had an impressive series with 6 victories, two seconds, a third, and discarding a twenty-third.

Next in the ranking Singapore hold fourth and sixth place, as well as leading in the women's rankings with the first two positions held by Bertha Han (fourth overall) and Fathin Bte Mohd. Third place in the female rankings goes to Spanish Maria Bover Guerrero.

Yesterday, the last day of racing, saw one fleet complete a race which was scheduled for 2 days ago, but hadn't been possible due to the sudden drop in wind.

After this the entire fleet was able to move on to the tenth set of races but this didn't bring much change to the top rankings.

The weather was beautiful in Garda Trentino with bright sun, clear skies and 12-14 knots on the wind: a fitting end to a World Championship.

Peter Barclay, President of the International Optimist Class said. "We felt like we were at home, the reception of Riva del Garda, the Guild Vela Riva and the Italian Optimist Class was great, the sailors have had a fantastic experience. The International Optimist Dinghy Association works with the aim to bring youth sailing to the world. At a World Championship like this the performance level is very high and we are very pleased to have so many nations competing. It is our responsibility to provide a great start for these young sailors and to help them find a skill for life" he concluded.
 



Oggi, ultimo giorno di regate, si sono inizialmente corse le 3 batterie (sulle 4 in cui è stata divisa tutta la flotta) valide per la nona prova, che ieri non erano riuscite a concluderla a causa del repentino calo di vento. Successivamente tutta la flotta è riuscita a concludere anche la decima prova, sulle dodici inizialmente programmate. Sicuramente i tantissimi richiami generali dati alla partenza hanno inciso sul numero di regate finali, dato che hanno rallentato non poco tutte le procedure di partenza e i tempi totali di percorrenza di ogni singola flotta. Le condizioni meteo sono state bellissime sul Garda Trentino con un sole splendente, cielo terso e vento sui 12-14 nodi: una degna conclusione di un Campionato del Mondo, che rimarrà nella storia per l'organizzazione e per l'accoglienza: così ha dichiarato Peter Barclay, Presidente della Classe internazionale Optimist, che è rimasto entusiasta. "Ci siamo sentiti come a casa; l'accoglienza di Riva del Garda, della Fraglia Vela Riva e della Classe Italiana Optimist è stata fantastica; i ragazzi hanno potuto vivere un'esperienza fantastica. La IODA ha l'obbiettivo di diffondere la vela giovanile, anche se ad un Campionato del Mondo come questo il livello tecnico è stato altissimo - ha proseguito Barclay. "Lo scenario del lago di Garda ha lasciato tutti a bocca aperta: da tutte le parti del mondo hanno potuto apprezzare il territorio, esaltato dalle eccezionali condizioni del vento, che ci hanno permesso di concludere 10 bellissime prove e un Campionato del Mondo a squadre memorabile. Qui hanno vinto tutti e non solo il vero vincitore della classifica individuale; per molti è stata un'occasione di vedere un paese nuovo e bello come l'Italia. Per noi è anche una responsabilità grande avviare tutti questi giovani velisti ad un'attività che comunque rappresenta una grande scuola, di vela e di vita. Molti atleti olimpici e di Coppa America da giovanissimi sono passati per l'attività Optimist, ma il nostro obbiettivo non è quello di creare campioni, è solo quello di diffondere la vela" ha concluso Barclay.


Per la prima volta in un Mondiale Optimist è stata fatta, grazie alla partnership con Kinder + Sport,  la diretta web in streaming, con il commento tecnico del giornalista Andrea Falcon, che oggi è stato affiancato dall'olimpionica Alessandra Sensini, che ha saputo dare indicazioni molto interessanti sull'andamento della regata, seguita in diretta dall'acqua. Un modo per portare la vela vicina a tutti, che ha riscosso molto successo. Non è mancato il tracciamento delle regate di tutte le barche con un sistema GPS/GSM fornito da Trac Trac e Wind, per rendere questo mondiale Optimist visualizzabile da tutto il mondo!



Gli italiani
Bilancio buono, anche se non a podio per la discontinuità  avuta durante il campionato, ma la grande soddisfazione di aver conquistato un meritatissimo argento nel Campionato del Mondo Optimist a squadre. La giornata finale è iniziata male per Dimitri Peroni (Fraglia Vela Malcesine), che nella prima prova di giornata ha subito una squalifica per partenza anticipata con bandiera nera. Nella successiva e ultima prova ha recuperato qualcosa con un quattordicesimo posto; per lui il Campionato del Mondo-partito molto bene con due primi e un secondo parizlai- si chiude ad un comunque buono quindicesimo posto. Secondo italiano il portacolori del circolo organizzatore Fraglia Vela Riva Davide Duchi, venticinquesimo assoluto e oggi con 14-18 parziali. Trentatreesimo assoluto Andrea Totis (LNI Mandello del Lario) buon ottavo nell'ultima prova. A seguire Josè Umberto Varbaro (LNI Follonica), trentaseiesimo e oggi ottimo terzo nell'ultima regata. Giornata abbastanza buona anche per l'altro atleta della Fraglia Vela Riva Alberto Tezza (oggi nono e decimo), che conclude questo mondiale al trentanovesimo posto finale.

In serata le premiazioni

ph. Matìas Capizzano

Le classifiche:
http://www.fragliavelariva.it/sites/default/files/regatta/r1042-result-f...

Le regate e le interviste possono essere riviste a questo link, scegliendo il file/giorno desiderato:
http://www.livestream.com/liveye